MICROPERIMETRIA

 

 

La microperimetria è un esame soggettivo, non invasivo, che consente di studiare in modo dettagliato la sensibilità retinica centrale (area maculare) in patologie retiniche degenerative, miopiche, trazionali e vascolari, correlando l’aspetto morfologico e tomografico della retinica a quello funzionale. Può inoltre essere utilizzata nella riabilitazione visiva del paziente ipovedente (studio della fissazione).

 

La metodica d’esame è simile a quella del campo visivo; dura circa un quarto d'ora ed è indolore.

 

Il paziente viene posizionato di fronte all’apparecchio e, mediante un pulsante, segnala la visione di stimoli luminosi proiettati all’interno di un piccolo schermo. L’operatore proietta una mira di fissazione stabile e una sequenza di stimoli luminosi di intensità variabile, che testano la sensibilità retinica tenendo sotto osservazione il fondo oculare del paziente in esame: vengono prodotti stimoli in posizioni retiniche selezionate, generando così una mappa della sensibilità retinica.